Torna al blog

Ruminazione depressiva Milano

Ruminazione depressiva Milano


ruminazionedepressivajpg

Il trattamento Ruminazione depressiva Milano aiuta le persone angosciate dalle ruminazioni mentali depressive.

Le ruminazioni mentali sono delle credenze automatiche e ripetitive disturbanti.

Sono delle frasi, dei ragionamenti che il soggetto si ripete nella mente.

Nelle ruminazioni depressive domina la svalutazione di sè. Si ritiene di essere incapaci e senza valore.

Per questo si pensa di ricevere sempre un giudizio negativo dagli altri.

Prevale inoltre una visione catastrofica della vita: si ritiene che prima o poi accadrà qualcosa di brutto e terribile a sè o ai propri cari.

Anche gli altri possono essere considerati negativamente e pertanto la persona tende a ritirarsi e non socializzare.

Le ruminazioni depressive sono sempre presenti, ma diventano più intense di fronte a situazioni particolarmente stressanti in ambito affettivo, lavorativo ed economico.

Chi è assalito da queste ruminazioni vive in uno stato di profonda angoscia. E’ “bloccato”, incapace di affrontare e risolvere le situazioni che gli si presentano.  Limita così fortemente l’espressione e la realizzazione di sè.

Nel trattamento Ruminazione depressiva Milano, offerto dalla dottoressa Pappalardo, il soggetto viene portato a riflettere sull’origine delle sue idee depressive. Infatti esse sono fortemente legate alle intenzioni e alle parole che il soggetto ha assorbito da bambino nel proprio ambiente familiare. Egli, senza rendersene conto, sviluppa un modo di pensare in cui le ruminazioni mentali condizionano i ricordi, le emozioni e gli eventi in chiave negativa.

Tuttavia il trattamento Ruminazione depressiva Milano non vuole che la persona si senta vittima di questo sistema. La consapevolezza è proprio la chiave per prenderne le distanze e costruire non ruminazioni negative, ma pensieri positivi. Pensieri che portino il soggetto ad essere autore del proprio  cambiamento.

In questo modo la persona viene incoraggiata a “sentirsi capace”, a riconoscere le proprie qualità e punti di forza, ad utilizzare le sue risorse per realizzare desideri e progetti.

 

Non condannarti ad essere infelice, affronta la vita senza più soffrire.


Rimuginio depressivo Milano

Rimuginio depressivo Milano


rimuginiodepressivojpg

Il trattamento Rimuginio depressivo Milano aiuta le persone angosciate da credenze automatiche, negative e catastrofiche.

Sono delle frasi, dei ragionamenti che il soggetto si ripete nella mente senza riuscire a  limitarle.

Nel rimuginio depressivo domina la svalutazione di sè. Si ritiene di essere incapaci e senza valore.

Per questo si pensa di ricevere sempre un giudizio negativo dagli altri.

Prevale inoltre una visione della vita molto negativa: si ritiene che prima o poi accadrà qualcosa di brutto e terribile a sè o ai propri cari.

Anche gli altri possono essere considerati come poco degni di fiducia e pertanto la persona tende a ritirarsi e non socializzare.

Il rimuginio depressivo diviene più intenso di fronte a situazioni particolarmente stressanti in ambito affettivo, lavorativo ed economico.

Chi è assalito da queste ossessioni vive in uno stato di profonda angoscia. E’ “bloccato”, incapace di affrontare e risolvere le situazioni che gli si presentano.  Limita così fortemente l’espressione e la realizzazione di sè.

Nel trattamento Rimuginio depressivo Milano, offerto dalla dottoressa Pappalardo, il soggetto viene portato a riflettere sull’origine delle sue idee depressive. Infatti esse sono fortemente legate alle intenzioni e alle parole che il soggetto ha assorbito da bambino nel proprio ambiente familiare. Egli, senza rendersene conto, sviluppa un modo di pensare in cui il rimuginare condiziona i ricordi, le emozioni e gli eventi in chiave negativa.

Tuttavia il trattamento Rimuginio depressivo Milano non vuole che la persona si senta vittima di questo sistema. La consapevolezza è proprio la chiave per prenderne le distanze e costruire non ruminazioni negative, ma pensieri positivi. Pensieri che portino il soggetto ad essere autore del proprio  cambiamento.

In questo modo la persona viene incoraggiata a “sentirsi capace”, a riconoscere le proprie qualità e punti di forza, ad utilizzare le sue risorse per realizzare desideri e progetti.